Frequenze, dopo seconda giornata offerte a 2,506 mld - ministero

venerdì 2 settembre 2011 07:37
 

ROMA, 2 settembre (Reuters) - Nel corso della tornata d'asta per le frequenze G4 di ieri sono stati fatti rilanci per 144 milioni, portando a 2,506 miliardi il totale delle offerte.

Lo riferisce il sito del ministero dello Sviluppo economico.

"Nel corso di nove diverse tornate, sono stati effettuati 31 rilanci sia per acquisire blocchi di frequenze in banda 800 sia in quella 2600, portando un incremento totale di 203.468.708,93 euro rispetto alle offerte iniziali, ovvero circa 144 milioni di euro in più rispetto a ieri", si legge in una nota.

Il ministero aggiunge che "l'importo totale di incasso sale, al momento, a 2.506.575.874 euro, superando così l'importo previsto dalla legge di stabilità. Anche oggi hanno preso parte ai rilanci tutte le società partecipanti".

La gara riprenderà domani a partire dalle ore 10.

Per l'acquisizione delle licenze sono in gara Telecom Italia, (TLIT.MI: Quotazione), H3G 0013.HK, Vodafone (VOD.L: Quotazione) e Wind.

Il governo ha messo all'asta 24 blocchi di frequenze sulle bande 800, 1800, 2000 e 2600.

Il dettaglio delle offerte può essere letto sul sito all'indirizzo www.sviluppoeconomico.gov.it