Usa, Pil trim2 rivisto a +1,0% da +1,3%, spese finali a +1,2%

venerdì 26 agosto 2011 15:05
 

WASHINGTON, 26 agosto (Reuters) - La seconda lettura del dato del Pil Usa del secondo trimestre è risultata inferiore alla stima preliminare e leggermente più bassa rispetto alle previsioni degli eocnomisti.

Il Dipartimento del Commercio Usa ha reso noto oggi che il dato del Pil del secondo trimestre è stato rivisto a +1,0% rispetto alla prima lettura di +1,3% e contro attese di +1,1%.

I Treasuries Usa sono saliti leggermente dopo il dato in qualità di investimento rifugio.

Si tratta comunque di un miglioramento rispetto al primo trimestre, quando il Pil Usa era cresciuto solo dello 0,4%.

Il Pil al netto dei veicoli a motore ha visto un rialzo dell'1,2%, rivisto da +1,4%, nel secondo trimestre.

Nella rilettura sono invece risultate migliori le vendite finali, cresciute dell'1,2%, sopra il consensus di +1,0% e sopra la prima lettura di +1,1%.

Rivista al rialzo è anche la voce relativa alla spesa per consumi, a +0,4% da +0,1%, mentre i beni durevoli hanno registrato il maggior calo dal quarto trimeste 2008 con un -5,1% rivisto da -4,4%.

Netta revisione al rialzo per gli investimenti delle imprese a +9,9% da +6,3%, con un rialzo in particolare per quelli in strutture, rivisto a +15,7% da +8,1%.

Le esportazioni sono state riviste invece al ribasso a +3,1% da +6,0% e le importazioni in rialzo a +1,9% da +1,3%.