Usa, Dudley (Fed) riduce proprie attese su ripresa economia

venerdì 12 agosto 2011 16:39
 

NEW YORK, 12 agosto (Reuters) - William Dudley, presidente della Fed di New York, ha ridotto le aspettative sulla ripresa dell'economia Usa e dice che la crescita deludente del primo semestre non può essere attribuita solo a fattori straordinari.

Finora la crescita economica nel 2011 è stata "più lenta di quanto si prevedeva a inizio anno", ha detto Dudley, che è anche vicepresidente del comitato di politica monetaria della Fed.

Alcune delle cause che hanno pesato sono temporanee, come l'aumento dei prezzi di alimentari ed energia e i problemi all'offerta legati al terremoto in Giappone, ha spiegato.

"Questi elementi, che hanno agito da freno in passato, ora sono meno presenti e quindi dovremmo avere una crescita più forte nella seconda metà dell'anno", ha detto ancora Dudley. "Ma è chiaro che solo una parte della debolezza è attribuibile a questi elementi".

Al di fuori di questo fattori Dudley indica il peggiormaneto del mercato del lavoro, la stasi dei consumi delle famiglie e un settore immobiliare "depresso".