Gb, Boe abbassa stime Pil economia, vede lieve rialzo tassi

mercoledì 10 agosto 2011 13:33
 

LONDRA, 10 agosto (Reuters) - La Banca d'Inghilterra ha tagliato le sua previsioni di crescita e ha detto che l'inflazione nel 2012 scenderà rapidamente. Ha aggiunto che per quest'anno e l'anno prossimo, mentre l'economia globale fatica a stabilizzarsi, la politica monetaria inglese dovrà restare estremamente espansiva.

Nel suo report trimestrale sull'inflazione, la Banca d'Inghilterra ha dato comunque poche indicazioni sulle mosse per continuare ad allentare la politica monetaria, attraverso un altro giro di quantitative easing o di emissione di moneta.

Per il quarto trimestre dell'anno, la Boe prevede un tasso di crescita annuale al 2%, in discesa dal 2,5% delle stime di maggio.

Nell'orizzonte di due anni la previsione di crescita annuale sale all'incirca del 2,7%, una frazione al di sotto delle stime di maggio.

La Boe prevede che l'inflazione raggiunga un picco del 5% nel corso dell'anno - lo stesso previsto a maggio - prima di scendere fino all'1,8% entro due anni, poco al di sotto di quanto stimato tre mesi fa. L'obbiettivo della Boe è un'inflazione al 2%.

"Dal nostro ultimo incontro, il mood sui mercati ha visto un forte peggioramento", ha detto ai giornalisti il governatore della Boe, Mervyn King. "Per il comitato sulla politica monetaria, la debolezza di fondo potrebbe essere più duratura di quanto previsto".

"Sulla crescita mondiale e nazionale si sono alzati venti avversi, non da ultimo il baratro dei debiti pubblici e privati. Questi venti avversi si fanno ogni giorno più forti".

Ieri la Federal Reserve statunitense ha promesso di mantenere i tassi di interesse vicini allo zero per almeno due anni.

King, invece, non ha promesso di congelare l'attuale tasso allo 0,5%, ma ha fatto notare che i mercati stanno fissando il prezzo soltanto un quarto di punto in più entro la fine del 2012.   Continua...