Italia, 3,129 milioni di italiani in povertà assoluta - Istat

venerdì 15 luglio 2011 11:38
 

ROMA, 15 luglio (Reuters) - Nel 2010 risultano in povertà assoluta 1 milione e 156.000 famiglie italiane, il 4,6% delle famiglie residenti, per un totale di 3 milioni e 129.000 persone.

Lo rende noto l'Istat spiegando che l'incidenza della povertà assoluta viene calcolata sulla base di una soglia di povertà corrispondente a una spesa mensile minima necessaria ma disaggregata per tipologia di famiglie e ripartizione geografica.

La povertà relativa si misura invece prendendo come soglia la spesa media procapite per una famiglia di due componenti che nel 2010 è risultata pari a 992,46 euro mensili.

"La povertà risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2009: l'11,0% delle famiglie è relativamente povero e il 4,6% lo è in termini assoluti", spiega Istat in una nota.

La povertà relativa aumenta tra le famiglie di 5 o più componenti (dal 24,9% al 29,9%), tra quelle con membri aggregati (dal 18,2% al 23%) e di monogenitori (dall'11,8% al 14,1%). La condizione delle famiglie con membri aggregati peggiora anche rispetto alla povertà assoluta (dal 6,6% al 10,4%).

"Nel Mezzogiorno l'incidenza di povertà relativa cresce dal 36,7% del 2009 al 47,3% del 2010 tra le famiglie con tre o più figli minori", continua Istat.