Benzina, aumenti anche da Eni, prezzo verde massimo a 1,6 euro/l

martedì 5 luglio 2011 10:35
 

ROMA, 5 luglio (Reuters) - Nei prezzi della benzina alla pompa, dopo l'aumento di ieri delle altre compagnie, oggi ha aumentato i listini anche l'Eni (ENI.MI: Quotazione), che questa volta ha seguito i concorrenti invece che anticiparne le mosse. Il prezzo massimo di oggi della verde raggiunge quota 1,600 euro per litro poiché nelle altre compagnie iniziano i ribassi dovuti al calo dei prezzi internazionali di venerdì.

Stando alla consueta rilevazione della Staffetta Quotidiana, l'Eni ha aumentato questa mattina i prezzi consigliati di 2 centesimi al litro sulla benzina e di 0,5 centesimi al litro sul gasolio. I prezzi medi nazionali Eni sono oggi pari a 1,599 euro/litro per la benzina e a 1,472 euro/litro per il gasolio. Gpl fermo a 0,738 euro/litro.

La Staffetta registra un rialzo anche per Shell: +1 centesimo al litro su entrambi i prodotti con la benzina a 1,588 euro/litro e il gasolio a 1,471 euro/litro. Scendono invece Esso e IP. Per la prima si registra un ribasso di 1,5 centesimi al litro su entrambi i prodotti con la verde a 1,598 euro/litro e il diesel a 1,473 euro/litro. Per Ip il calo è di 0,5 centesimi al litro sul solo gasolio, a 1,47 euro/litro.

L'aumento dei prezzi deciso da Eni (che ha una quota di mercato superiore al 30%) fa alzare sensibilmente anche la media ponderata nazionale dei prezzi tra le diverse compagnie (calcolata tenendo conto di un 10% di "pompe bianche"). La benzina sale di 0,6 centesimi a 1,596 euro/litro, mentre il gasolio, per via dei ribassi di Esso e Ip, resta stabile a 1,470 euro/litro.