Inflazione per benzina, accise pesano su turismo - Confesercenti

giovedì 30 giugno 2011 12:57
 

ROMA, 30 giugno (Reuters) - L'inflazione, che a maggio ha fatto segnare un aumento record del 2,7% secondo i dati odierni dell'Istat, è dovuta al caro petrolio, e l'aumento delle accise peseranno sulla stagione turistica appena iniziata.

E' quanto rileva la Confesercenti in una nota di commento dei dati Istat.

"L'inflazione desta preoccupazione ma le cause sono tutte esterne al nostro Paese. Il caro-petrolio è ormai un virus che si trasmette a tutta la filiera dei prezzi e li spinge in alto. Risulta ancora più incomprensibile l'accise pro-immigrati che finirà per far salire alle stelle i prezzi di benzina e gasolio proprio quando si avvia la stagione delle vacanze estive. L'ennesimo colpo basso contro il nostro turismo", si legge nella nota.