Cina, Wen segnala dubbi su raggiungimento target inflazione - Tv

lunedì 27 giugno 2011 08:41
 

HONG KONG/PECHINO, 27 giugno (Reuters) - Il premier cinese Wen Jiabao ha indicato per la prima volta che la Cina farà fatica a rispettare l'obiettivo di inflazione al 4% per quest'anno, rafforzando le attese di un ulteriore aumento dei tassi di interesse anche in presenza di un rallentamento della crescita economica.

Wen, in viaggio in Europa, ha dichiarato che, mentre vede l'economia cinese in crescita quest'anno sopra l'8-9%, considera difficile che la Cina mantenga l'inflazione 2011 sotto il 4%, secondo quanto riferito dai media di Hong Kong.

"La situazione finanziaria della Cina continuerà a essere tra le migliori del mondo quest'anno, con la crescita economica mantenuta sopra l'8-9%, e il Cpi sotto controllo sotto il 5%", ha detto Wen alla televisione di Hong Kong durante la tappa inglese del suo giro europeo.

Gli ultimi commenti di Wen suonano un po' meno ottimistici delle sue dichiarazioni di venerdì, quando il premier ha detto che l'inflazione cinese è saldamente sotto controllo e dovrebbe raffreddarsi stabilmente. Tuttavia potrebbero non alterare le opinioni degli investitori sulla politica monetaria.

Molti economisti avevano ipotizzato che la Cina sorpasserà il target del 4%, visto che il tasso di inflazione è rimasto ben sopra questo livello da gennaio e si prevede un picco al 6% in giugno o luglio. A maggio il dato è salito a un massino di 34 mesi del 5,5%.

Gli economisti interpellati da Reuters a giugno hanno previsto che la Cina proseguirà la politica restrittiva, alzando quest'anno il tasso benchmark sui prestiti di un quarto di punto percentuale e quello sui depositi di mezzo punto.

Gli investitori osservano con attenzione per vedere se Pechino riesce a tenere sotto controllo l'inflazione senza soffocare la crescita. Una serie di dati deludenti su attività industriale ed esportazioni hanno alimentato i timori di un rallentamento dell'economia cinese più forte del previsto.