Usa, liquidità mercati finanziari già abbondante - Fisher (Fed)

martedì 7 giugno 2011 15:45
 

WASHINGTON, 7 giugno (Reuters) - A parere del presidente della Federal Reserve di Dallas Richard Fisher il sistema finanziario Usa può contare su un elevato livello di liquidità e non c'è motivo perché la banca centrale porti avanti l'attuale politica monetaria ultraespansiva.

In un'intervista a 'Cnbc', il membro votante del Federal Open Market Committee, parla inoltre di bilanci societari in buona forma e spiega che le aziende sono in attesa di segnali più chiari sulle prospettive economiche per riprendere ad assumere personale.

"Si tratterà di un processo molto graduale e adesso dobbiamo occuparci del versante fiscale" dice.

Fisher si è già espresso contro la prospettiva che Federal Reserve prosegua nel programma di sottoscrizione di bond, la cui seconda fase (quantitative easing, QE2) da 600 miliardi di dollari termina a giugno.

"Quali sarebbero le conseguenze di una maggiore liquidità? Non viene completamente utilizzata quella di cui già disponiamo. I serbatoi sono colmi" osserva.

Fisher prevede un'accelerazione della crescita economica nella seconda parte dell'anno a un tasso tra 3% e 4% accompagnata da una ripresa del mercato occupazionale.