Cina, dati aprile segnalano raffreddamento crescita economica

mercoledì 11 maggio 2011 08:31
 

PECHINO, 11 maggio (Reuters) - In raffreddamento l'inflazione cinese in aprile, mentre gli altri dati diffusi stamane, tra cui la produzione indsutriale e i prestiti bancari, suggeriscono un rallentamento della crescita nella seconda economia mondiale per effetto della poltica restrittiva attuata negli ultimi mesi dalle autorità di Pechino.

L'inflazione è passata al 5,3%, leggermente sopra le attese, ma sotto il massimo da 32 mesi del 5,4% toccato in marzo, segnalando che le pressioni sui prezzi potrebbero cominciare ad allentarsi a partire dalla seconda metà dell'anno.

La produzione industriale si è espansa di un 13,4% annuo in aprile, dal +14,8% del mese precedente, contro attese per un +14,7%.

Segnali analoghi dalle vendite al dettaglio, cresciute del 17,1% dopo il 17,4% di marzo, su attese per un +17,6%.

Da segnalare poi che a fine aprile gli affidamenti bancari in Cina risultavano in crescita del 17,5% su anno, il tasso meno sostenuto da 29 mesi a questa parte.

D'altra parte l'aggregato monetario M2 si è espanso del 15,3% nell'ultimo mese, meno delle attese, facendo segnare la crescita più bassa anche in questo caso da 29 mesi.