Italia, Prometeia in 2011 vede Pil +0,9%, inflazione a 2,9%

mercoledì 20 aprile 2011 12:58
 

MILANO, 20 aprile (Reuters) - Prometeia stima una crescita del Pil italiano pari allo 0,9% nel 2011, in rafforzamento negli anni successivi. Ma - aggiunge il centro studi bolognese - crescita e occupazione non raggiungeranno i livello del 2007 neanche nel 2014.

Sul 2011 le previsioni confermano sostanzialmente la stima contenuta nel precedente rapporto trimestrale di gennaio. Prometeia stima ora un +1% per il Pil italiano del 2012 dell'1,2% per 2013-2014, contro l'1,1% indicato in gennaio.

Secondo Prometeia, si legge nel comunicato del centro studi, sarà "necessario un incremento della produttività per bilanciare nei prossimi anni le conseguenze dell'invecchiamento della popolazione italiana che si faranno sentire in particolare sulla spesa sociale e sui comportamenti di risparmio e consumo".

Previsto invece un balzo per l'inflazione che si dovrebbe attestare nel 2011 al 2,9% (2,2% la previsione fatta a gennaio), salvo discendere all'1,7% e all'1,9% negli anni successivi.

Il rapporto deficit/pil è visto al 4% quest'anno, in ulteriore discesa al 3,1% nel 2012 e al 2,8% nel 2013-2014.