Italia, in 2010 potere acquisto famiglie -0,6% su 2009 - Istat

venerdì 8 aprile 2011 10:49
 

ROMA, 8 aprile (Reuters) - Nel 2010 le famiglie hanno subito una riduzione del loro potere d'acquisto dello 0,6% che si confronta al calo di 3,1 punti percentuali registrato nel 2009.

Lo rende noto l'Istat spiegando che negli ultimi tre mesi dello scorso anno il potere di acquisto è aumentato dello 0,8% rispetto al trimestre precedente.

La propensione al risparmio delle famiglie (definita dal rapporto tra il risparmio lordo delle famiglie e il loro reddito disponibile) si è attestata nel 2010 al 12,1%, registrando una diminuzione di 1,3 punti percentuali rispetto all'anno precedente.

La riduzione della propensione al risparmio deriva da un aumento del reddito disponibile delle famiglie dello 0,9% rispetto al 2009 e da una crescita più consistente (+2,5%) della spesa per consumi finali.