Cina, Pmi manifattura a febbraio su minimi da almeno sei mesi

martedì 1 marzo 2011 08:34
 

PECHINO, 1 marzo (Reuters) - Il settore manifatturiero cinese ha rallentato, registrando a febbraio - secondo due sondaggi - il ritmo di crescita più lento da almeno sei mesi a causa principalmente delle manovre governative per tenere a bada l'inflazione.

L'incremento dei costi delle materie prime ha peraltro reso più difficile l'impegno sulla stretta monetaria perchè ha spinto i prezzi input sui massimi da tre mesi sia secondo il Pmi ufficiale, sia secondo il sondaggio sui direttori acquisti condotto da Hsbc.

Il Pmi ufficiale è sceso a febbraio a un minimo da sei mesi a 52,2 da 52,9 a gennaio, ha detto la Federazione cinese di logistica e vendite. "Le pressioni inflazionistiche stanno aumentado, ma l'attività economica sta rallentando. Una crescita più lenta dell'economia aiuta a raffreddare l'inflazione", dice Wang Hu, economista di Guotai Junan Securities a Shanghai.

Anche se l'indice principale Pmi ha segnato un minimo da agosto, ha superato le attese di 52,0 indicate da un sondaggio Reuters.

L'indice Pmi definitivo di Hsbc ha toccato un minimo da sette mesi a 51,7 da 54,5 a gennaio.