Bank of England prevede ulteriore salita inflazione nel breve

martedì 15 febbraio 2011 12:13
 

LONDRA, 15 febbraio (Reuters) - L'inflazione britannica salirà ancora avvicinandosi al 5% nei prossimi mesi secondo Banca d'Inghilterra ma, se i tassi d'interesse aumenteranno come previsto dai mercati nei prossimi due-tre anni, potrebbe essere sopra o sotto il target fissato dalla banca centrale, con uguale probabilità. In un lettera aperta al ministro delle Finanze George Osborne, il governatore di Bank of England, Mervyn King, ha sottolineato anche le incertezze esistenti sullo scenario di medio termine e i diversi punti di vista che coesistono all'interno del Monetary Policy Committee della banca.

Il comitato che decide la politica monetario resta comunque pronto ad agire se necessario. La missiva al cancelliere dello Scacchiere arriva dopo che gli ultimi dati dell'ufficio statistico hanno evidenziato oggi un'accelerazione del tasso tendenziale d'inflazione al 4% in gennaio, il doppio dell'obiettivo fissato dalla banca centrale.

Per King l'impennata dei prezzi è dovuta all'aumento dell'Iva a inizio 2011, la passata debolezza della sterlina e i recenti incrementi delle quotazioni delle materie prime.

Bank of England pubblicherà domani l'ultimo rapporto trimestrale su crescita e inflazione.

Esponenti della banca centrale sostegono da tempo che l'accelerazione dell'inflazione è dovuta a fattori temporanei e che nel corso del prossimo anno il ritmo cui viaggiano i prezzi al dettaglio tornerà a rallentare.