RPT-MONETARIO - Cosa succede oggi giovedì 9 dicembre

giovedì 9 dicembre 2010 09:46
 

 *  In mattinata è in arrivo il bollettino mensile della
Banca centrale europea che ribadirà, probabilmente, l'elevata
incertezza che avvolge le sorti dell'economia della zona euro e
il richiamo ai governi perchè attuino politiche fiscali di
rigore. La Bce ha annunciato la settimana scorsa un
rallentamento della sua exit strategy sui finanziamenti per le
banche.
 
 * Ad Atene il commissario Ue Rehn partecipa, insieme al
ministro delle Finanze greco Papaconstantinou e al funzionario
Fmi Thomsen, a un convegno. L'evento potrebbe essere l'occasione
per nuovi commenti sulla crisi del debito della zona euro e
sullo stato di salute della Grecia, dal momento che oggi sono in
calendario dati su crescita e disoccupazione.
 
 * In Gran Bretagna oggi è atteso l'esito della riunione di
Banca d'Inghilterra e l'intervento del ministro delle Finanze
Osborne al Parlamento.
 
 * L'inflazione cinese si è attestata in novembre in rialzo
rispetto al mese precedente, quando era stata del 4,4%, ma a un
livello inferiore rispetto alle attese. Lo riferisce un
quotidiano citando fonti anonime e precisando che per l'intero
anno i prezzi dovrebbero segnare una crescita attorno al 3,2%. 
 
 * Il greggio Usa è rimbalzato in area 89 dollari al barile
sugli scambi asiatici, con il taglio alle tasse che dovrebbe
stimolare i consumi e sull'indietreggiamento del dollaro.
Secondo gli analisti tuttavia il prezzo potrebbe indietreggiare
in area 87 su movimenti tecnici. Alle 7,10 circa il futures a
gennaio sul greggio leggero Usa CLF1 avanza di 77 centesimi a
89,05 dollari al barile, mentre la stessa scadenza sul Brent
LCOF1 guadagna 56 centesimi a 91,33 dollari.
 
 * Sul mercato dei cambi l'euro/dollaro EUR= tratta a
1,3309/13 contro 1,3260 della chiusura di ieri; l'euro/yen
EURJPY= a 111,53/60 da 111,41, il dollaro-yen JPY= a
83,80/85 da 84,00.
 
 * Secondo giorno consecutivo di calo per i titoli del Tesoro
Usa, scesi sui timori d'inflazione con i rendimenti diretti
verso i massimi dei sei mesi. Il calo dei prezzi ha tuttavia
relativamente favorito il primario nella riapertura del
benchmark decennale per 21 miliardi. Il titolo di riferimento a
due anni US2YT=RR ha ceduto 5/32 a un tasso di 0,612%, mentre
il decennale benchmark US10YT=RR ha ceduto 24/32 per un
rendimento a 3,230%. Il trentennale US10YT=RR ha perso 27/32
con un tasso a 4,426%. 
 DATI MACROECONOMICI
 FRANCIA
 * Revisione disoccupati 3° trimestre (7,30)
 
 GERMANIA
 * Dato finale prezzi al consumo novembre (8,00) - attesa
0,1% m/m; 1,5% a/a
 
 GRAN BRETAGNA
 * Commercio estero Ue ottobre (10,30) - attesa -8,05 mld
 * Commercio non-Ue ottobre (10,30) - attesa -4,50 mld
 
 GRECIA
 * Stima Pil 3° trimestre (11,00)
 * Disoccupati settembre (11,00)
 
 PORTOGALLO
 * Pil 3° trimestre
 * Commercio estero ottobre
 
 USA
 * Nuove richieste sussidi disoccupazione settimanali (14,30)
- attesa 425.000
 * Scorte ottobre (16,00) - attesa 0,9%
 * Vendite all'ingrosso ottobre (16,00) - attesa 0,6%
 
 BANCHE CENTRALI
 GRAN BRETAGNA
 * A Londra BoE, termina riunione di politica monetaria.
Annuncio tassi (13,00)
 
 ZONA EURO
 * A Francoforte Bce pubblica bollettino mensile (10,00)