Zona euro, Pil visto a +1,6% in 2010, 1,4% in 2011 - sondaggio

giovedì 14 ottobre 2010 14:51
 

* Pil in rialzo 1,6% in 2010, 1,4% in 2011

* 18% possibilità di recessione 'double dip' in zona euro

* Tassi Bce stabili almeno fino a ottobre 2010

LONDRA, 14 ottobre (Reuters) - L'economia della zona euro crescerà tiepidamente nel corso dell'anno prossimo e la discrepanza nel ritmo di crescita fra i vari stati membri costringerà la Bce a mantenere i tassi ai minimi storici fino all'ultima parte dell'anno prossimo. È quanto indica un sondaggio Reuters.

La mediana delle stime dell'ultimo sondaggio condotto da Reuters fra 60 esconomisti indica una crescita nelle sei nazioni del blocco dell'1,6% quest'anno (il massimo nei quasi due anni di storia del sondaggio), rallentando all'1,4% nel 2011. Le stime si confrontano con un +1,5% e un +1,6% del sondaggio di settembre.

Mentre alcuni paesi dell'area euro stanno registrando una crescita stabile, altri, come l'Irlanda e la Grecia, sono riscivolate in territorio negativo e i recenti dati mostrano che questo scarto potrebbe ampliarsi.

"La ripresa nella zona euro continua, ma l'eterogeneità fra i paesi è sostanziale", ha detto Ferdinand Fichtner di DIW Berlino.

Un ritorno alla recessione della zona euro continua ad essere vista come poco probabile, con gli economisti che indicano un 18% di possibilità di recessione 'double dip', probabilità in calo dal 20% del sondaggio del mese scorso e in avvicinamento al 15% visto per gli Usa.   Continua...