Giappone, dopo G7 Noda promette ancora azioni decise sui cambi

martedì 12 ottobre 2010 08:55
 

TOKYO, 12 ottobre (Reuters) - Il ministro delle finanze giapponese Yoshihiko Noda ha detto oggi che il Giappone continuerà ad adottare misure decise contro le fluttuazioni valutarie eccessive, incluso l'intervento diretto.

Le sue parole evidenziano il rischio di un'altra tornata di misure per indebolire la valuta giapponese dopo che le vendite di yen del mese scorso non hanno attirato critiche alle riunioni del G7 e del Fondo Monetario Internazionale del fine settimana.

Noda ha detto di aver spiegato ai ministri delle finanze del G7 a Washington che l'ultimo intervento del Giappone ha avuto l'obiettivo di evitare che fluttuazioni eccessive della valuta penalizzassero l'economia e il settore finanziario.

"Il G7 ha riaffermato che le fluttuazioni valutarie eccessive danneggiano la stabilità dell'economia e del sistema finanziario... Da questo punto di vista prenderemo iniziative decise, incluso l'intervento diretto, quando si renderà necessario, mentre continueremo a guardare i movimenti sui cambi con grande interesse", ha detto il ministro nel corso di una conferenza stampa.