Italia-Cina, interscambi per 80 mld dlr entro 2015

giovedì 7 ottobre 2010 12:50
 

ROMA, 7 ottobre (Reuters) - Italia e Cina puntano a raddoppiare in 5 anni l'interscambio commerciale fra i due Paesi portandolo a 80 miliardi di dollari nel 2015.

Lo ha riferito una fonte governativa italiana illustrando i temi affrontati stamani dal presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, e dal primo ministro della Repubblica Popolare Cinese, Wen Jiabao, in visita a Roma.

Secondo la fonte nei colloqui per il momento non è stato affrontato il tema dello yuan, dopo le polemiche di questi giorni sulla necessità di rivalutare la moneta cinese.

La presidente della Confindustria, Emma Marcegaglia, prendendo la parola al forum ha confermato l'obiettivo di "80-100 miliardi di dollari" di interscambio al 2015 ricordando che nel 2009 il valore era di 31 miliardi. "E' un obiettivo complesso ma ci crediamo", ha aggiunto.

Berlusconi e Wen hanno siglato alcuni accordi istituzionali e più tardi, a Villa Madama - dove è in corso un forum con i rappresentanti dei due governi e delle imprese - sigleranno anche sette accordi commerciali nei settori agroalimentare, delle tecnologie per l'ambiente, cultura, turismo e cooperazione finanziaria per lo sviluppo.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Italia-Cina, interscambi per 80 mld dlr entro 2015 | Notizie | Macroeconomia | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    18,596.66
    -1.18%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,385.96
    -1.15%
  • Euronext 100
    940.30
    +0.00%