Usa, ad agosto consumi personali salgono, ma inflazione debole

venerdì 1 ottobre 2010 15:24
 

(versione in italiano, aggiunge dettagli)

WASHINGTON, 1 ottobre (Reuters) - Negli Usa i consumi personali sono aumentati poco più del previsto ad agosto, ma l'inflazione resta debole, lasciando la porta aperta per un eventuale nuovo intervento della Federal Reserve sulla politica monetaria.

I dati diffusi dal dipartimento del Commercio Usa hanno mostrato che i consumi ad agosto sono aumentati dello 0,4%, in linea con l'aumento registrato a luglio. Gli analisti avevano previsto un rialzo limitato allo 0,3%.

I redditi personali invece sono aumentati dello 0,5% ad agosto, dal +0,2% registrato a luglio e meglio delle previsioni degli analisti (+0,3%).

L'indice dei prezzi Pce, che esclude cibo ed energia, è però salito solo dello 0,1% ad agosto, come nei tre mesi precedenti.

Su base annua l'indice Pce core è cresciuto dell'1,4%.

"Sono in vista altre misure di quantitative easing. La Fed potrebbe giudicare il ritmo di crescita troppo lento. Potrebbe essere troppo poco per rassicurarli, in termini di deflazione. Non so se deciderà nuove misure (di quantitative easing) a novembre o a dicembre" John Canally, economista di LPL Financial.