Irlanda, pil trim2 si contrae dell'1,2%, consumi ancora in calo

giovedì 23 settembre 2010 14:15
 

DUBLINO, 23 settembre (Reuters) - Netta contrazione per l'economia irlandese nel secondo trimestre, un dato che rischia di accentuare i timori del mercato sulla tenuta finanziaria del paese.

Il Pil si è ridotto dell'1,2% rispetto ai primi tre mesi del 2010, a fronte di attese, da parte degli economisti, per un'espansione dello 0,5%. I consumi degli irlandesi si confermano in calo nell'ambito della politica di austerità varata dal governo.

"Questo dato significa probabilmente una finanziaria ancora più dura" spiega Stephen Taylor di Dolmen Stockbrokers.

Dublino presenterà le proprie misure fiscali per l'anno prossimo il 7 dicembre e al momento il governo esclude la necessità di anticiparne i tempi per tranquillizzare il mercato.

Secondo le stime correnti, i crescenti costi sostenuti per il salvataggio della Anglo Irish Bank faranno lievitare il deficit irlandese di quest'anno almeno al 25% del pil.