Consiglio Ue, intesa dei leader su Corea, ma disaccordo su rom

giovedì 16 settembre 2010 19:59
 

* Barroso e Sarkozy in disaccordo sulle deportazioni rom

* Leader europei dicono sì ad accordo su commercio con Corea

* L'intesa è stata arricchita con concessioni al Pakistan

di Julien Toyer e David Brunnstorm BRUXELLES, 16 settembre (Reuters) - Il Consiglio Ue ha approvato oggi l'accordo di libero scambio con la Corea del Sud arricchito con concessioni per il Pakistan, colpito dalle alluvioni, ma il summit odierno è stato rovianto da uno scontro sulla questione della deportazione dei Rom attuata dalla Francia.

L'accordo commerciale doveva rappresentare uno successo per l'Unione europea al Consiglio europeo durante il quale i leader hanno discusso il modo di migliorare il posizionamento dell'Europa negli affari mondiali e in particolare nelle relazioni con i Paesi emergenti come il Brasile, India e China.

Ma il presidente francese Nicolas Sarkozy e il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso hanno litigato sulla questione dei Rom prima che i leader europei finalmente si accordassero su di una dichiarazione che sembra essere stata fatta per mettere la parola fine sullo scontro.

La prevista discussione sul budget è stata lasciata sullo sfondo, hanno riferito diplomatici europei.

"Il dibattito sulle sanzioni per il mancato rispetto del patto di crescita e stabilità è stato messo in ombra dal problema dei rom e c'è stato un forte scambio di battute fra Sarkozy e Barroso", ha detto un incaricato.

"Sarkozy ha preso una posizione forte difendendo la Francia. Barroso si è alzato e ha detto di non essere contento dell'attuale situazione in Francia. Sarkozy ha replicato in modo severo".   Continua...