Inps, contributi crescono 0,8% su anno in primi otto mesi

giovedì 16 settembre 2010 11:46
 

ROMA, 16 settembre (Reuters) - L'Inps ha incassato 85,8 miliardi di euro nei primi otto mesi dell'anno con un incremento dello 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2009 e un risultato superiore dell'1% rispetto al preventivo.

Il dato, spiega una nota, è al netto dei trasferimenti dello Stato - contabilizzando solo le riscossioni correnti (82,4 miliardi) e il recupero crediti (3,4 miliardi).

I dati fanno sperare che l'obiettivo dei 6 miliardi di recupero crediti entro l'anno possa essere superato, dice il presidente dell'Inps Antonio Mastrapasqua.

"Senza avventurarsi in diagnosi o prognosi sulla crisi economica, mi sembrano dati che segnalano un'economia comunque dinamica", aggiunge Mastrapasqua.

L'Inps osserva che agosto è il terzo mese consecutivo in cui si è registrato un incremento delle riscossioni della produzione e che si tratta di un aumento generalizzato, che riguarda le contribuzioni delle aziende con dipendenti, così come quello dei collaboratori a progetto.

Fino al mese di maggio i contributi riscossi dalle aziende nel 2010 erano lievemente inferiori rispetto all'omologo periodo del 2009 (-0,3%).

Lo stesso dicasi per i contributi dei collaboratori a progetto (-0,9%).

Da giugno la situazione si è invertita, consolidando il nuovo trend a luglio e ad agosto, portando un cumulato di incassi dalle aziende per 65,8 miliardi (+0,2%) e dai cocopro per 4,5 miliardi (+1,1%). Con le altre riscossioni (dai lavoratori autonomi alle colf e non solo) si arriva alla cifra di 82,4 miliardi di euro.

A questo si aggiungono gli incassi derivanti dalla lotta all'evasione contributiva: 3,4 miliardi recuperati nei primi otto mesi dell'anno (+17% rispetto allo stesso periodo del 2009).

Un particolare incremento del recupero crediti deriva dall'attività del concessionario: 1,5 miliardi - di quei 3,4 miliardi totali - che rappresentano un incremento del 30,5% rispetto al recupero dei primo otto mesi del 2009.