Italia, sommerso ha superato 20% del Pil nel 2009 -Confindustria

giovedì 16 settembre 2010 10:38
 

ROMA, 16 settembre (Reuters) - Secondo il Centro studi di Confindustria (Csc) l'economia sommersa ha oltrepassato il 20% del Pil nel 2009.

La stima si confronta all'ultima previsione dell'Istat che indicava per il 2008 un peso del sommerso sull'economia compreso tra il 16,3% e il 17,5% del Pil.

"Tale quota corregge nettamente al rialzo le valutazioni dello stesso Csc e di conseguenza l'importo dell'evasione va proiettato su valori molto superiori ai 125 miliardi indicati negli scenari economici di giugno", spiega il Csc aggiornando le sue previsioni macroeconomiche e di finanza pubblica.

Anche la pressione fiscale effettiva (che si basa cioè solo sul Pil emerso) viene rivista al rialzo e posta sopra il 54% nel 2009, contro il 51,4% indicato a giugno.

Per Confindustria i settori con maggiore concentrazione di evasione sono l'agricoltura e i servizi, mentre "molto meno rilevante è il reddito sottratto al fisco nell'industria in senso stretto".

"La presenza del sommerso è al Sud pari al doppio che al Nord", aggiunge il Centro studi di Confindustria.