Tracciabilità, imprese lamentano rischio stop pagamenti da Pa

giovedì 9 settembre 2010 17:37
 

ROMA, 9 settembre (Reuters) - Un appello al ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, per la sospensione delle norme sulla tracciabilità che rischia di bloccare i pagamenti da parte delle Pubbliche amministrazioni è stato sottoscritto alle imprese che fanno riferimento alla Confindustria, alla Lega delle Cooperative a Rete imprese italia (a cui aderiscono Confcommercio, Confartigianato, Cna, Casartigiani, Confesercenti).

In una nota l'associazione presieduta da Emma Marcegaglia scrive che la tracciabilità "presenta seri problemi applicativi che al momento stanno causando il blocco dei pagamenti dalla Pa e della stipula dei nuovi contratti di appalti di lavori, servizi e forniture". Per questo motivo la Confindustria sostiene che "si rende necessaria una sospensione dell'applicazione della norma, che entro tempi ragionevoli consenta di definire con certezza gli adempimenti e gli adeguamenti organizzativi e gestionali che amministrazioni pubbliche e imprese dovranno porre in essere per dare piena efficacia alle disposizioni sulla tracciabilità dei flussi finanziari".

I problemi, continua la nota, riguardano "l'applicabilità ai contratti in corso, l'estensione della filiera dei soggetti obbligati, le tipologie di pagamento soggette all'obbligo di bonifico, l'operatività dei conti dedicati".

Sulla stessa linea al richiesta proveniente dal Taiis, il Tavolo interassociativo imprese di servizi che rappresenta oltre 18.000 imprese con un fatturato complessivo di oltre 50 miliardi di euro e 870 mila dipendenti e che fa capo alla Lega delle Cooperative.

Le nuove norme sulla tracciabilità stabilite dalla manovra varata da governo e convertite in legge dal Parlamento a fine luglio abbassano il limite dell'utilizzo dei contatti a 5.000 euro dai precedenti 12.500, stabiliscono la fattura telematica sopra i 3.000 euro e prevedono per le pubbliche amministrazioni la possibilità di effettuare pagamenti tramite carte elettroniche istituzionali.