7 settembre 2010 / 05:50 / 7 anni fa

MONETARIO - Cosa succede oggi martedì 7 settembre

*Si è conclusa ieri sera senza sostanziali novità o annunci, nemmeno su un accordo di massima, l‘ultima riunione del gruppo di lavoro denominato ‘task force’ Van Rompuy, che riunisce i ventisette ministri finanziari, con il compito di riscrivere e affinare le regole del patto di stabilità e crescita.

Una nota diffusa al termine dell‘incontro precisa che si continuerà a lavorare sulla riforma del patto e il presidente del Consiglio europeo riferirà in occasione del vertice Ue del 16 settembre prossimo. Interpellati all‘uscita della riunione, i ministri finanziari tedesco e francese hanno lasciato intendere che i progressi della riunione di ieri sera non possono essere definiti eclatanti.

In agenda oggi semestre europeo, tassa su transazioni finanziarie, prelievo su banche, approvazione finale del pacchetto supervisione, dibattito su riforma Fmi. Attesa anche l‘approvazione della seconda tranche aiuto finanziario di 9 miliardi alla Grecia.

* Sul fronte dei dati, oggi attesi alle 12 gli ordini all‘industria tedeschi di luglio che potrebbero indicare se il rallentamento atteso in Germania sarà pronunciato o meno. La previsione è si un modesto incremento mensile, pari a 0,5%.

* Giappone, la banca centrale lascia i tassi di interesse fermi allo 0,1% ed evitando di adottare un ulteriore stimolo monetario, dopo i provvedimenti presi la settimana scorsa in termini di estensione dei fondi per le operazioni di finanziamento alle banche. Ma la Banca del Giappone sottolinea di essere pronta ad intervenire in maniera rapida in caso di necessità.

* Diffuso il dato sul leading indicator giapponese di luglio: l‘indice ‘coincident’ è salito in via preliminare di 0,5 punti rispetto al mese precedente.

* La crescita del prodotto industriale cinese rallenterà, a livello annuo, al 10% nella seconda parte del 2010. Lo ha detto Xin Goubin, un dirigente del ministero dell‘Industria di Pechino.

* Petrolio in calo questa mattina di pari passo col rafforzamento del dollaro. Sul fronte meteorologico, d‘altra parte, la tempesta tropicale Hermine non sta creando sostanziali problemi all‘attività estrattiva e di raffinazione nell‘area del Golfo del Messico. Alle 7,40 il future Nymex CLc1 tratta a 73,87 dollari il barile (-0,73), mente il Brent LCOc1 a 17,70 (-0,17).

* Treasuries in rialzo nelle contrattazioni asiatiche: pausa dunque dopo la recente fase ribassista dei governativi Usa, in attesa della riapertura delle sale operative negli Usa dopo il lungo weekend festivo del Labour Day.

Il benchmark decennale US10YT=RR sale di 8/32, rendimento al 2,682%.

DATI MACROECONOMICI

GERMANIA

* Ordini industria luglio (12,00) - attesa 0,5% m/m

GRECIA

* Prezzi al consumo agosto (11,00)

ASTE DI TITOLI DI STATO ITALIA

* Tesoro, annuncio quantitativi Bot in asta il 10/9

GRAN BRETAGNA

* Tesoro, asta 800 milioni di sterline Gilt indicizzati 2047, cedola 0,75%

USA

* Tesoro, asta titoli di Stato a 3 anni (19,00)

BANCHE CENTRALI

ZONA EURO

* A Wiesbaden intervento Juergen Stark sull‘euro (19,30)

* A Pechino intervento di Bini Smaghi (10,10)

AUSTRALIA

* A Sydney riunione consiglio della banca centrale; annuncio tassi (6,30).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below