Usa, forte calo licenziamenti agosto, minimi 10 anni- Challenger

mercoledì 1 settembre 2010 13:51
 

NEW YORK, 1 settembre (Reuters) - Il totale dei licenziamenti programmati dalle imprese statunitensi è calato del 17% su mese in agosto, toccando il livello più basso degli ultimi 10 anni, secondo l'indagine Challenger, Gray & Christmas.

I datori di lavoro Usa hanno annunciato 34.768 tagli al personale il mese appena trascorso, decisamente meno dei 41.676 annunciati in luglio.

Si tratta del primo calo su base mensile da aprile, mese in cui i licenziamenti programmati erano calati ai minimi da sette anni. Il dato di agosto rappresenta invece il minimo dal 2000.

"I tagli all'occupazione non sono mai scesi a questi livelli dopo la recessione del 2001, neanche quando l'economia raccoglieva i frutti del boom immobiliare", commenta John Challenger, amministratore delegato di Challenger, Gray & Christmas.

"Bisogna andare indietro alle fasi espansive di fine anni '90 e primi anni 2000 per trovare dati analoghi", aggiunge.

Nel complesso i datori di lavoro hanno annunciato 374.121 tagli da inizio anno, un dato nettamente migliore rispetto agli 1,02 milioni dei primi otto mesi del 2009.

Su anno il totale di agosto rappresenta un calo del 55%. Ad agosto 2009 erano stati annunciati 76.456 licenziamenti.