Usa, leading indicators luglio segnalano crescita debole

giovedì 19 agosto 2010 16:41
 

WASHINGTON, 19 agosto (Reuters) - Lettura in lieve rialzo in luglio per l'indice dei 'leading economic indicators' del Conference Board, un indicatore tra i più seguiti sulle prospettive economiche per i 3-6 mesi futuri.

Il dato va nella direzione di una "debole espansione da qui alla fine dell'anno", come spiega l'istituto che elabora gli indici.

L'indice è salito dello 0,1%, in linea con le attese, dopo il -0,3%, dato rivisto, di giugno (dal -0,2% della prima lettura.

La ricostituzione delle scorte ha subito una fase di moderazione e nel settore servizi non si è registrata crescita, spiega l'economista del Conference Board Kenh Goldstein.

"Ne risulta un'economia debole con poca spinta per il futuro. Ad ogno modo la buona notizia è che i dati non indicano una recessione" ha affermato.

Il 'coincident index' che misura l'attività economica corrente è salito il luglio dello 0,2%. L'indice 'lagging' del mese scorso, sulla situazione passata, è avanzato dello 0,4%.