PUNTO 1-Usa, uscita flussi netti capitale giugno per 6,7 mld dlr

lunedì 16 agosto 2010 16:46
 

(aggiunge dettaglio in primo paragrafo, contesto, dichiarazioni analista)

WASHINGTON, 16 agosto (Reuters) - A livello aggregato i flussi netti di capitale in direzione di asset Usa a giugno mostrano uscite per la prima volta in cinque mesi, per un valore pari a 6,7 miliardi di dollari, contro un dato positivo per 17,1 miliardi a maggio.

Secondo i dati non destagionalizzati del Tesoro, gli acquisti netti di Treasury a giugno da parte di investitori esteri sono stati pari a 33,3 miliardi, in ripresa rispetto al dato di maggio (14,9 miliardi).

In calo i titoli governativi Usa nei portafogli cinesi (a 843,8 miliardi da 867,7), mentre crescono quelli nei portafogli del Giappone (a 803,2 miliardi da 786,7) e della Gran Bretagna (a 362,2 miliardi da 350).

"E' la conferma che la Cina sta continuando a vendere treasuries americani e ad acquistare titoli europei a reddito fisso per diversificare le sue riserve" ha osservato Douglas Borthwick, mananging director di Faros Trading.

L'appetito della Cina per i titoli di Stato americani è tenuto sotto controllo in quanto il colosso asiatico ne è il maggiore singolo acquirente, ed perciò la fonte più importante di finanziamento del deficit corrente degli Usa.

Tramite l'acquisto dei bond americani, il governo cinese evita che lo yuan si apprezzi troppo velocemente nei confronti del dollaro.

Le autorità cinesi all'inizio di quest'anno avevano manifestato l'intenzione di permettere una maggiore flessibilità nel tasso di cambio yuan-dollaro, cosa che potrebbe ridurre la domanda cinese per i treasuries Usa.

"Ci aspettiamo che questo trend continui ora che la Cina ha uno yuan 'flessibile' e a fronte dell'indebolimento del dollaro" ha osservato Borthwick.