August 13, 2010 / 12:01 PM / 7 years ago

SINTESI - Zona euro accelera grazie a Germania ma resta fragile

4 IN. DI LETTURA

* Accelerazione crescita zona euro per contributo Germania

* Atteso rallentamento per effetto misure austerità

* Commissione Ue contenta, ma evidenzia fragilità economia

* Asta Btp e incertezza economia deprimono mercati

BERLINO/BRUXELLES, 13 agosto (Reuters) - Il Pil della zona euro è cresciuto nel secondo trimestre al ritmo più elevato da oltre tre anni grazie alla performance della Germania, la migliore dalla sua riunificazione, che è riuscita a compensare le difficoltà di Spagna e Irlanda, nonché della Grecia.

Nella prima fase del mattino il dato tedesco aveva dato respiro all'azionario europeo, che però è tornato a scivolare estendendo le perdite dei giorni scorsi per effetto da un lato della deludente domanda nell'asta dei Btp, dall'altro lato della persistente incertezza sull'evoluzione dell'economia mondiale, hanno detto alcuni trader.

Secondo Eurostat, il Pil dei 16 paesi dell'area euro è salito dell'1% nel secondo trimestre rispetto al primo e dell'1,7% rispetto allo stesso periodo del 2009, in linea con i dati del sondaggio Reuters [Id:nLDE67C0SR].

La Germania da parte sua ha contribuito con un rialzo congiunturale del 2,2%, ai massimi da 23 anni, e un tendenziale del 4,1%. Il ministro dell'Economia tedesco, Rainer Bruederle, ha detto che nel 2010 la prima economia della zona euro potrebbe espandersi di oltre il 2%, mentre l'istituto Ifo ha rilanciato dicendo che 3 punti percentuali sono possibili durante l'anno. [Id:nLDE67C0K3] [Id:nLDE67C0UM].

Positiva anche la performance della Francia, +0,6% su trimestre, sostenuta da un incremento del 2,7% delle esportazioni [Id:nLDE67C0CC]. Il Pil spagnolo ha segnato il secondo trimestre positivo dopo 18 mesi di recessione, con un rialzo dello 0,2% su trimestre [Id:nLDE67C0D8]. Il dato italiano, diffuso il 6 agosto, ha visto un aumento dello 0,4% su trimestre e dell'1,1% su anno [Id:nLDE6750WT].

Ieri la Grecia ha invece visto la sua economia contrarsi dell'1,5% su trimestre e del 3,5% su anno, peggio delle attese [Id:nLDE67B0S6].

Commissione Ue Soddisfatta Ma Evidenzia Fragilita'

La Commissione Ue ha accolto con soddisfazione i dati sul Pil della zona euro, pur evidenziandone le fragilità [Id:nLDE67C0Y3].

"E' un dato incoraggiante e conferma che la ripresa è in atto, sia nella zona euro sia nell'Unione Europea. Tuttavia, come già abbiamo detto in passato, è ancora fragile. Ci sono elementi di incertezza che non dovremmo ignorare", ha dichiarato il portavoce della Commissione Amadeu Altafaj, secondo cui le economie dei paesi devono focalizzarsi sul consolidamento fiscale e sulle riforme strutturali che potrebbero avere impatto nel più lungo termine.

Molti economisti sono rimasti sorpresi dall'entità del balzo della prima economia della Germania, ma restano cauti in attesa di un rallentamento che dovrebbe partire nella seconda metà dell'anno per effetto delle misure di austerità.

Il ministro dell'Economia tedesco ha infatti ribadito che il paese deve andare avanti con il suo pacchetto da 80 miliardi di euro di misure di austerità, sfruttando anche questo balzo per centrare l'obiettivo di consolidamento di bilancio.

Sulle prospettive di più lungo periodo si aggiunge anche la variabile della fase di stallo delle economie di Usa e Cina.

"La ripresa sembra ancora sbilanciata", dice Jennifer McKeown, senior economist di Capital Economics, dopo la diffusione dei dati tedeschi. "Le analisi suggeriscono che la forte performance dell'eurozona potrebbe continuare nel terzo trimestre, ma sembra improbabile che duri molto oltre", aggiunge.

Intorno alle 13,40 l'indice borsistico panueropeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo 0,54% a 1.037,11 punti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below