Gran Bretagna, deficit commercio giugno cala oltre attese

martedì 10 agosto 2010 12:18
 

LONDRA, 10 agosto (Reuters) - Il deficit commerciale britannico è diminuito in giugno più delle attese a 7,401 miliardi di sterline (da 8,028 di maggio), un minimo da quattro mesi con esportazioni cresciute quattro volte più velocemente rispetto alle importazioni.

L'Ufficio Nazionale di Statistica ha dichiarato che il ridimensionamento del disavanzo rappresenta una caduta maggiore rispetto alle previsioni degli analisti a 7,8 miliardi.

In linea con le attese, invece, è stato il gap con i paesi non europei, calato a 4,262 miliardi di sterline dai precedenti 4,492.

Il totale del deficit commerciale inclusi i servizi è sceso a 3,260 miliardi dal picco di 22 mesi a 3,818 raggiunto a maggio ed è il dato migliore da febbraio.

Le performance del commercio britannico sono state deludenti in un contesto che vede la sterlina deprezzarsi dal 2007 senza riuscire a compensare la minore domanda dei partner commerciali.

Le cifre odierne rianimato le speranze di arrivare all'atteso ribilanciamento dell'economia anche se gli analisti sono riluttanti a sopravvalutare un dato mensile in sequenze notoriamente volatili.

"E' sicuramente un miglioramento maggiore di quanto abbiamo visto negli ultimi mesi" per l'economista di Commerzbank Pete Dixon. "Credo che le esportazioni inglesi stiano migliorando, ma visto che l'economia sta rallentando le importazioni scendono".

Le esportazioni verso i paesi non europei hanno raggiunto il record di 10,750 miliardi di sterline e le esportazioni globali sono state le più alte da giugno 2008, a 22,444 miliardi.

Il miglioramento nel deficit del commercio globale è stato trainato dalle maggiori esportazioni di petrolio e prodotti chimici e una riduzione delle importaizoni di auto.   Continua...