Italia, imprese estere tagliano 13.000 posti in 2009 -Mediobanca

lunedì 9 agosto 2010 18:01
 

MILANO, 9 agosto (Reuters) - Nel 2009 le imprese a controllo estero hanno tagliato in Italia circa 13.000 posti di lavoro.

Lo afferma l'ufficio studi Mediobanca nell'ambito dell'analisi sui dati cumulativi di 2.025 imprese italiane.

Nel triennio 2007-2009 la performance negativa delle aziende estere è condivisa con le imprese pubbliche italiane: i tagli dei dipendenti sono stati pari rispettivamente al 4,7% e al 7,1%.

Nello stesso triennio, per la prima volta anche le medie imprese hanno ridotto l'organico con un calo della forza lavoro dell'1,1%. In totale nel 2007-2009 la perdita complessiva di posti di lavoro nelle 2.025 imprese analizzate è stato pari a circa 40.000 unità.

Nel solo anno 2009 i tagli maggiori sono stati effettuati dalle imprese estere con un taglio del 4,4%. Più contenuti i tagli dalle imprese manifatturiere (2,8% del totale) e dei maggiori gruppi italiani (-2,3).