Anas dice a concessionarie di sospendere aumenti pedaggi

mercoledì 4 agosto 2010 19:02
 

ROMA, 4 agosto (Reuters) - L'Anas ha chiesto alle società concessionarie di sospendere l'applicazione delle nuove e più care tariffe autostradali dopo che il Tar del Lazio, insieme a quello del Piemonte e al Consiglio di Stato, hanno accolto i ricorsi contro gli aumenti presentati dalle associazioni dei consumatori.

L'Anas, si legge in un comunicato, "ha dato istruzione a tutte le società concessionarie di sospendere, nei tempi tecnici minimi indispensabili, la maggiorazione tariffaria adottata a partire dal 1° luglio 2010" e prevista dalla manovra "in applicazione delle ordinanze del Tar Lazio e del Tar Piemonte e del decreto del Consiglio di Stato".

La sospensiva riguarda il decreto della presidenza del Consiglio che aveva fatto aumentare dal primo luglio di 1 euro le classi di pedaggio A e B e di 2 euro le classi 3,4 e 5.

In base alla relazione tecnica alla manovra depositata in Senato, le maggiori entrate per Anas sarebbero state pari a circa 83 milioni nel 2010 e a circa 200 milioni per l'intero 2011.