MONETARIO - Cosa succede oggi martedì 3 agosto

martedì 3 agosto 2010 07:33
 

* Sul fronte macro si aspetta oggi il dato relativo ai prezzi alla produzione nella zona euro di giugno e il Pce core Usa dello stesso mese. Le attese per la zona euro sono di un leggero incremento congiunturale a 0,4% dallo 0,3% di maggio, mentre per il dato Usa le stime sono di un declino dell'indice Pce core a 0,1% dal precedente 0,2%.

* Reduce da sei strette monetarie consecutive, Reserve Bank of Australia ha come previsto confermato i tassi di riferimento sull'attuale 4,5%. A fronte di una ripresa economica sempre più vivace il costo del denaro è aumentato in Australia di 150 punti base tra ottobre e maggio scorso. L'istituo centrale ritiene ancora che l'espansione economica stia procedendo oltre il trend ma si sta progressivamente avvicinando all'appropriata tendenza

* L'indagine Pmi sul settore dei servizi cinese, il cui contributo alla crescita economica è di poco inferiore al 45%, mostra a luglio secondo i dati CFLP sui direttori acquisto un recupero a 60,1 dal 57,4 di giugno

* Nelle ultime battute sulla piazza asiatica i derivati Usa sul greggio ampliano il movimento al rialzo, sui massimi degli ultimi tre mesi e verso il prossimo obiettivo di 82 dollari. La spinta rialzista si ispira al recupero delle borse asiatiche dopo gli ultimi dati macro migliori delle attese. Intorno alle 7,30 il futures Nymex a a settembre avanza di 13 centesimi a 81,46 dollari il barile, dopo un intervallo tra 81,33 e 81,62 dollari

* Lieve recupero rispetto alla pesante chiusura Usa di ieri per i governativi statunitesi scambiati in Asia, favoriti da ricoperture e da un'indiscrezione del 'Wall Street Journal' secondo cui Federal Reserve potrebbe variare la composizione del portafoglio già in occasaione della riunione della settimana prossima. Il decennale di riferimento guadagna 5/32 a 104*21 per un rendimento di 2,948%

DATI MACROECONOMICI   Continua...