Fas, governo riscriverà norme per impiego fondi - Fitto

venerdì 30 luglio 2010 12:26
 

ROMA, 30 luglio (Reuters) - L'utilizzo dei Fondi Fas 2000-2006 a livello nazionale è stato pari al 43%. Lo ha detto il ministro per le Politiche regionali Raffaele Fitto durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri.

Il governo, ha detto Fitto che era accompagnato dal collega dell'Economia Giulio Tremonti, ha approvato oggi una delibera del Cipe che ha condotto una valutazione sullo stato di utilizzo dei fondi per lo sviluppo delle aree sottoutilizzate.

L'indagine è stata condotta anche sulla "nuova fase di programmazione dei fondi", successiva al 2006 e le cifre, che sono state inserite nel sistema informativo del ministero dalle Regioni mostrano risultati ugualmente "preoccupanti".

Secondo Fitto dalla "ricognizione è emerso che dei 19 miliardi di euro, messi a disposizione fra il 2000 e il 2006, circa 15 miliardi potrebbero essere oggetto di riprogrammazione e di verifica".

Per questo in autunno il "governo presenterà una nuova normativa per l'uso dei fondi concentrandone l'uso rendendo più efficace il loro impiego", ha detto ancora Fitto.

Il ministro Tremonti ha annunciato che un ruolo nella riorganizzazione delle procedure del Fas verrà svolto dalla banca del Mezzogiorno e dalla Cassa depositi e prestiti.

"Ho sentito chiedere: ma la Banca del Mezzogiorno che fine ha fatto?", si è chiesto ad alta voce il ministro per poi rispondersi: "Lo vedrete il ruolo che avrà la Banca del Mezzorgiono, ed anche la Cassa depositi e prestiti, nelle nuove procedure".