PUNTO 1 - Italia,inflazione luglio lievita come in Europa a 1,7%

venerdì 30 luglio 2010 11:39
 

MILANO, 30 luglio (Reuters) - Accelera a 1,7% in luglio, da 1,3% del mese precedente, il tasso annuo d'inflazione in Italia, spinto dal costo dei trasporti e dagli aumenti stagionali dei listini di alberghi e ristoranti.

Il dato diffuso oggi da Istat si confronta con una previsione di 1,5% da parte degli analisti e coincide esattamente con il tendenziale d'inflazione pubblicato in contemporanea da Eurostat per l'intera zona euro.

Per l'Italia si tratta del tendenziale più elevato da fine 2008.

Su base mensile i prezzi risultano in salita dello 0,4% in luglio, il doppio dello 0,2% previsto dagli economisti.

Influenzato dai saldi estivi, l'indice armonizzato Ipca registra una flessione dello 0,9% su mese ma il tendenziale accelera comunque a 1,8%, anche in questo caso massimo da fine 2008, da 1,5% di giugno.

La componente energetica ha fatto registrare una salita dell'1,2% su mese dei prezzi dei trasporti e contribuito all'aumento dello 0,8% dei costi legati all'abitazione.

L'altro contributo significativo all'indice dei prezzi giunge dalla voce 'Alberghi e ristoranti' (+0,5% su mese). In questo caso entra in gioco il fattore stagionale legato alle ferie estive.

"L'aumento dei prezzi dell'elettricità e del gas è stato leggermente più forte delle attese, mentre si evidenzia una risalita significativa dei prezzi di hotel e ristoranti, dopo un periodo di prezzi contenuti", commenta Giada Giani di Citigroup.