Sud, politiche sviluppo inefficienti, da ripensare - Napolitano

martedì 20 luglio 2010 12:07
 

ROMA, 20 luglio (Reuters) - Le politiche di sviluppo del Mezzogiorno condotte finora sono inefficienti e da ripensare. Lo sostiene il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano secondo il quale la pur "ineludibile" necessità di contenere il disavanzo pubblico ha colpito le risorse destinate al Sud.

"L'obiettivo di ridurre gli effetti della crisi finanziaria nel breve periodo è divenuto prioritario; in presenza di un ineludibile vincolo di contenimento del disavanzo pubblico si è operato uno spostamento di risorse di cui hanno sofferto le politiche di sviluppo come è dimostrato dalle ricadute sul quadro strategico nazionale 2007-2013 al quale sono state sottratte ingenti dotazioni e che registra, a metà del periodo di programmazione, gravi ritardi", ha scritto Napolitano in occasione del rapporto Svimez sul Mezzogiorno.

"I risultati complessivamente insufficienti delle politiche seguite in passato e la presenza di significative inefficienze rendono necessario un ripensamento e possono anche spingere ad una profonda modifica delle modalità e dello stesso impianto strategico degli interventi di sviluppo", ha concluso il presidente auspicando "una strategia di leale e convinta collaborazione tra le Regioni e lo Stato".