Fmi, ripresa Usa modesta, ma sopra attese, pesa disoccupazione

giovedì 8 luglio 2010 15:50
 

WASGHINTON, 8 luglio (Reuters) - Il Fondo monetario internazionale dice che la ripresa economica Usa è più forte delle attese, ma è sempre vulnerabile a una disoccupazione alta e a un moribondo mercato immobiliare.

L'Fmi ha alzato le stime di crescita dell'economia Usa lievemente al 3,3% per il 2010 e al 2,9% per il 2011, ma sottolinea che la disoccupazione resterà sopra il 9% per entrambi gli anni e l'inflazione rimarrà bassa.

In una nota rilasciata a seguito delle consultazioni annuali con le autorità governative Usa, il Fondo dice che la ripresa dalla recessione si è stabilizzata bene grazie a una risposta di politica monetaria e di budget efficaci.

"Le prospettive sono migliorate insieme alla ripresa, ma le persistenti debolezze nel settore immobiliare e nel bilancio finanziario, insieme a una disoccupazione elevata, potrebbero continuare a comprimere la spesa privata", dice l'Fmi nella nota.