Weber, stati con avanzo respingano inviti a politiche espansive

lunedì 28 giugno 2010 18:53
 

BERLINO, 28 giugno (Reuters) - Il presidente della Bundesbank Axel Weber ha invitato i governi a resistere alla tentazione di stimolare le rispettive economie con politiche fiscali espansive, esortandoli invece a rimettere in ordine le loro finanze pubbliche.

I commenti di Weber, membro del consiglio governativo della Bce, arrivano dopo che il presidente Usa Barak Obama nel corso di questo mese ha esortato i membri del G20 a risolvere i problemi di finanza pubblica nel medio termine.

Weber ha detto che il risanamento delle finanze pubbliche è "una condizione necessaria per una crescita sostenibile e alta".

"I tentativi di guidare la domanda globale attraverso politiche fiscali espansive e accordi per aumenti salariali per dare stimoli economici, come si è visto con appelli a paesi con surplus nelle partite correnti, devono essere respinti" ha detto Weber nel testo del suo discorso.

La Germania ha un surplus delle partite correnti ed è stata invitata da altri paesi del G20 e dall'imprenditore miliardario Geroge Soros a stimolare la sua domanda interna.

Weber ha invece auspicato un inasprimento delle regole di bilancio Ue per garantire l'ordine nelle finanze pubbliche.

"Sarà necessario rafforzare il patto di stabilità e crescita e garantirne una rigida osservanza, sanzioni più dure combinate con un accresciuto automatismo nella loro applicazione" ha detto.