Zona euro, Fmi vede euro vicino a fondamentali, banche deboli

lunedì 7 giugno 2010 18:51
 

MILANO, 7 giugno (Reuters) - Il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) ritiene che l'euro sia vicino ai fondamentali dopo l'indebolimento registrato recentemente.

E' quanto si legge nel comunicato diramato dal Fmi al termine della missione semestrale dedicata alle politiche della zona euro, compiuta nel quadro delle consultazioni Articolo IV.

Il Fondo aggiunge che la flessione dell'euro aiuta le esportazioni e parla di una debolezza che permane nel sistema bancario della zona euro, puntualizzando che gli istituti che hanno ricevuti aiuti pubblici dovrebbero essere obbligati ad aumenti di capitale e pulizie di bilancio.

Nella dichiarazione si legge che l'assetto di bilancio della zona euro è impostato per rimanere fondamentalmente neutrale nel 2010. Secondo il Fmi, il consolidamento di bilancio dovrà partire nel 2011 al più tardi, ma ad un ritmo differenziato.

Nel documento si evidenzia che, una volta che verranno restaurate le normali condizioni di liquidità, la Bce potrà abbandonare gradualmente le misure non-standard, aggiungendo che i tassi della zona euro potranno rimanere bassi, dato che l'inflazione attesa è vista restare a livelli modesti nei prossimi due anni.

Secondo il Fondo, infine, è essenziale ancorare le regole di bilancio dei singoli Stati all'obiettivo Ue di bilanci equilibrati in termini strutturali, possibilmente con riduzioni del debito più ambiziose.