Ripresa globale è anemica e outlook è fragile - Roubini

lunedì 31 maggio 2010 15:24
 

SAN PAOLO, 31 maggio (Reuters) - L'outlook sull'economia globale è fragile con il persistere dei problemi debitori dei paesi ricchi e di una ripresa anemica, in particolare negli Stati Uniti.

Lo ha detto l'economista americano Nouriel Roubini a un seminario a San Paolo in Brasile, specificando che la prima economia sudamericana, assieme ai paesi Bric più in generale, sta dando segni di surriscaldamento.

Le economia avanzate, ha spiegato Roubini, corrono il rischio di una recessione con doppio minimo a causa dei problemi della Grecia. I tassi di interesse in questi paesi rimarranno prossimi allo zero ancora a lungo mentre persiste il rischio di una deflazione sul breve periodo.

Nelle economie emergenti è invece tempo di rimuovere le politiche di stimolo per evitare la formazione di una bolla.

La ripresa dell'economia globale resta comunque squilibrata, con un debole mercato del lavoro che peserà sulla crescita dei paesi ricchi, mentre quelli emergenti beneficieranno nei prossimi anni di un livello di indebitamento più basso e avranno spazio di manovra per implementare politiche anticicliche, ha concluso l'economista.