PUNTO1-Manovra,ok rigore,mancano riforme strutturali-Marcegaglia

giovedì 27 maggio 2010 12:16
 

(cambia titolo, aggiorna con altri quote Marcegaglia)

ROMA, 27 maggio (Reuters) - La Confindustria dà il suo sostegno alla linea di rigore sui conti pubblici portata avanti dal governo nella manovra 2011-12 ma sottolinea la necessità di varare riforme strutturali che riducano la dinamica della spesa pubblica e riportino l'Italia alla crescita.

E' quanto sostiene la presidente degli industriali, Emma Marcegaglia, nel suo intervento alla assemblea annuale di Confindustria, che quest'anno festeggia il suo centenario.

"La manovra varata dal governo contiene misure che Confindustria chiede da tempo. Perciò diamo sostegno alla linea di rigore del ministro dell'Economia e del presidente del Consiglio [Silvio Berlusconi] approvata martedì dall'esecutivo", dice la Marcegaglia che precisa: "Mancano però interventi strutturali per incidere sui meccanismi di formazione della spesa pubblica, servono riforme per rilanciare lo sviluppo".

La Marcegaglia ha anche detto di aspettarsi che la manovra venga rafforzata in Parlamento, annuncia opposizione dura se ci saranno passi indietro sulle liberalizzazioni e se il governo nel prossimo triennio non rilancerà la crescita: "Si chiuderebbe nell'insuccesso la lunga promessa di una politica del fare".

Ha lanciato infine un appello ai sindacati e alle altre associazioni imprenditoriuali per stringere al più presto un patto per la crescita.

TORNARE A CRESCITA IN QUESTI 3 ANNI O GOVERNO FALLISCE   Continua...