Manovra, dipendenti Isae protestano contro soppressione - nota

martedì 25 maggio 2010 13:46
 

ROMA, 25 maggio (Reuters) - Il dipendenti dell'Isae protestano contro la decisione della soppressione dell'ente contenuta nella manovra che sarà esaminata questa sera dal governo e ricordano che il bilancio dell'ente "si giova in maniera consistente di commesse esterne".

"Il bilancio Isae, già fortemente ridotto negli ultimi anni (di oltre il 30% dal 2000), non grava interamente sul bilancio pubblico, poiché si giova in maniera consistente di varie commesse esterne", si legge in una nota.

"Al momento i trasferimenti pubblici all'Istituto sono di circa 10 milioni di euro, per l'80% destinato alla remunerazione del personale a tempo indeterminato. Di conseguenza, il ricollocamento del personale presso altri enti, prevista dalla bozza di manovra, non determinerebbe significativi risparmi di spesa, a fronte della dispersione di un patrimonio professionale e scientifico di riconosciuto valore", aggiunge il comunicato.

I dipendenti dell'istituto chiedono "al governo e al Parlamento di riconsiderare un provvedimento che, alla luce di quanto detto, non porta benefici al bilancio dello Stato, depaupera un capitale umano e scientifico rilevante e priva opinione pubblica, decisori politici ed organismi internazionali di un referente professionale e indipendente".