Cina, Geithner loda impegno cinese su riforma valutaria

martedì 25 maggio 2010 13:17
 

PECHINO, 25 maggio (Reuters) - Il segretario del Tesoro americano Timothy Geithner ha gradito l'impegno dei leader cinesi a intraprendere una riforma a livello valutario, quale parte di una serie di misure per sostenere i consumi interni e ribilanciare la crescita globale.

In una nota, al termine della due giorni di "Dialogo strategico ed economico" a Pechino, Geithner ha detto che permettere una maggiore oscillazione delle valute può favorire la Cina, dandole maggiori strumenti per mantenere l'inflazione sotto controllo.

Il segretario del Tesoro Usa ha inoltre parlato dei progressi raggiunti nel convincere Pechino a permettere alle società Usa una competizione più equa sui mercati cinesi.

Geithner ha spiegato che le discussioni con i leader cinesi sullo yuan sono state incoraggianti, ma che non fa congetture su quando Pechino potrebbe lasciare lo yuan rivalutarsi.

"E' una scelta della Cina", scrive la nota.

In una serie di interviste televisive, Geithner ha commentato le dichiarazioni del premier cinese Hu Jintao, che lunedì aveva detto che continuerà la riforma dei tassi di cambio al suo ritmo.

"Incoraggiante, promettente", ha detto Geithner a Bloomberg Television. "Ma di nuovo, lascio che siano loro a definire i propri piani".

Molti politici e uomini d'affari americani ritengono che lo yuan, mantenuto artificialmente a un livello basso, dia ai prodotti cinesi un vantaggio sul mercato americano.

Geithner ha affermato di essere "fiducioso come non lo è mai stato" che la Cina capisca che è nel suo interesse lasciare lo yuan apprezzarsi.   Continua...