Germania, crisi rallenta crescita settore privato in maggio

venerdì 21 maggio 2010 09:57
 

BERLINO, 21 maggio (Reuters) - Rallenta in maggio l'espansione del settore privato tedesco, a causa delle conseguenze della crisi europea e del picco nel ciclo delle scorte: fattori che hanno frenato la crescita della produzione e degli ordinativi.

È il quadro che emerge dall'indagine Markit sui direttori d'acquisto, il cui indice Pmi composito per il settore manifatturiero e per quello dei servizi è sceso a 55,5 punti dai 59,3 di aprile. Una rilevazione comunque sopra quota 50 che separa la crescita dalla contrazione.

"É un dato abbastanza preoccupante, è la prima volta che vediamo un impatto diretto della crisi debitoria sulla crescita economica" spiega il capo economista di Markit Chris Williamson. "I titoli di giornale sul possibile collasso dell'euro stanno creando qualche problema. La cosa buona è che per ora non si vedono consguenze sul commercio globale".

L'indice Pmi relativo al settore manifatturiero è sceso nettamente in maggio a 58,7 punti, dai 66,9 del mese precedente.

L'indice del settore servizi è sceso a 53,7 punti da 55,2.