May 12, 2010 / 9:29 AM / 7 years ago

PUNTO 2 - Pil trim1 +0,5% su trim, meglio di Francia e Germania

4 IN. DI LETTURA

(Riscrive aggiungendo commenti economisti e confronto con dati Pil zona euro)

MILANO/ROMA, 12 maggio (Reuters) - L'Italia chiude il primo trimestre con un Pil in rialzo dello 0,5% sul quarto trimestre 2009, con la rilevazione relativa all'ultima frazione dell'anno scorso rivista a -0,1% da -0,3%.

I dati, diffusi in via preliminare oggi dall'Istat, sono destagionalizzati e corretti per i giorni lavorativi.

Su base annua il Pil è salito dello 0,6% dal -2,8% del quarto trimestre del 2009. Anche in qiesto caso l'Istat ha rivisto, migliorandolo, il dato del quarto trimestre, inizialmente fissato a un -3%. In termini tendenziali il Pil torna a crescere per la prima volta dal primo trimestre del 2008.

"L'aumento congiunturale del Pil è il risultato di un aumento del valore aggiunto dell'agricoltura, dell'industria e dei servizi", scrive l'Istat nel comunicato.

I dati di crescita odierni superano le previsioni della vigilia, raccolte da Reuters e fissate a un +0,3% in termini congiunturali e una variazione nulla su base annua.

"Si può dire che i progressi degli indici di fiducia delle imprese confermano un miglioramento delle condizioni di domanda sia estera sia domestica" ha affermato Paolo Pizzoli di Ing Financial Markets.

Per quel che riguarda le componenti del dato, secondo Giada Giani di Citigroup è probabile che "la spinta alla crescita nel trimestre sia venuta da un contributo positivo del canale estero e forse dalla riaccumulazione delle scorte". La domanda interna è ancora debole per quanto riguarda i consumi, prosegue l'economista, mentre sugli investimenti c'è più ottimismo, alla luce dei dati di fatturato delle imprese produttrici di beni di investimento.

Outlook 2010

"E' un dato che è anche in linea con le indicazioni che stanno arrivando dalle diverse indagini, come i vari Pmi e l'Isae" spiega l'economista di Unicredit Davide Stroppa, che conferma la stima della banca per l'intero 2010, ad un +0,5% di crescita.

La crescita acquisita per il 2010, ha comunicato stamane l'Istat, è pari a 0,6%.

Secondo Pizzoli la revisione del quarto trimestre permette di "ripartire" da una base più solida.

"Se il sentiero di crescita è confermato, con un secondo trimestre positivo, magari anche meno del primo, esiste la possibilità per una revisione al rialzo delle (nostre) stime annuali", ha affermato Pizzoli.

"Il rimbalzo di inizio anno in ogni caso è una buona premessa per la media dell'intero 2010 e va a compensare, per quanto riguarda l'aggregato dell'euro, la sorpresa negativa vista questa mattina nei dati sul Pil francese" ha detto Giada Giani.

Italia Meglio Dell'europa

La crescita italiana del primo trimestre supera quella delle altre principali economie di zona euro, che hanno diffuso i dati stamane.

Il Pil tedesco è aumentato dello 0,2% trimestrale (a fronte di attese per un dato piatto) e dell'1,7% annuo. Sotte le stime la crescita francese, +0,1% trimestrale, con revisione al ribasso del dato relativo all'intero 2009. Per il Pil spagnolo +0,1% congiunturale, in linea con le attese, e +1,7% tendenziale.

Nella zona euro nel suo complesso la crescita del primo trimestre si ferma allo 0,2% trimestrale e allo 0,5% annuo.

"Va detto che l'Italia rispetto ad altri paesi come Francia e Germania ha goduto di condizioni atmosferiche relativamente migliori durante l'inverno" sottolinea Paolo Pizzoli.

Ha collaborato Giuseppe Fonte

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below