Italia, salario lordo medio in calo 0,5% in 2009 - Ocse

martedì 11 maggio 2010 13:53
 

MILANO, 11 maggio (Reuters) - Il reddito lordo di un individuo lavoratore senza figli in Italia è sceso nel 2009 a 26.181 euro da 26.304 euro l'anno precedente, secondo uno studio pubblicato oggi dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.

Il salario netto è passato di conseguenza a 18.503 euro da 18.578 euro nel 2008, anno in cui si era verificato un significativo incremento rispetto ai 17.903 euro del 2007, si legge nel rapporto 'Taxing Wages'.

Se invece che ai valori in valuta locale si guarda alle cifre in dollari espresse a parità di potere d'acquisto, l'Italia vede un salario netto per un lavoratore senza carichi di famiglia pari a 22.027 dollari nel 2009, a fronte dei 26.395 della media Ocse.

In termini lordi le cifre diventano invece rispettivamente 31.167 e 35.887 dollari.

ITALIA AL SESTO POSTO PER CUNEO FISCALE

Un cuneo fiscale pari al 46,5% del costo del lavoro complessivo colloca l'Italia al sesto posto della classifica dei paesi Ocse. I dati, calcolati sempre per un individuo senza figli, si riferiscono al 2009 ed evidenziano una variazione nulla rispetto al 2008. Il peso del cuneo fiscale sul costo del lavoro scende se invece che a un individuo si guarda a una famiglia monoreddito con due figli. In questo caso la percentuale è del 35,7% e l'Italia scivola al nono posto di una classifica Ocse che vede in testa l'Ungheria (mentre nel caso precedente la prima posizione era occupata dal Belgio)..

La variazione rispetto al 2008 è stata di -0,4%, secondo l'Ocse che raggruppa perciò l'Italia con gli altri 14 paesi che hanno registrato un aumento delle facilitazioni fiscali per le famiglie nel corso dello scorso anno.