Cina, nuova stretta su riserve banche contro inflazione

lunedì 3 maggio 2010 09:01
 

PECHINO, 3 maggio (Reuters) - La Cina ieri ha deciso di aumentare la quota di riserve che le banche che offrono prestiti devono depositare presso la banca centrale, ultima mossa di una serie per cercare di ridurre l'eccesso di liquidità in circolazione a fronte di un'inflazione in crescita.

Le riserve sono state aumentate di 50 punti base e la decisione, la terza di questa grandezza in un anno, sarà effettiva il 10 maggio.

La stretta, con la quale la banca centrale punta a drenare circa 300 miliardi di yuan (pari a 33 miliardi di euro circa) dal sistema bancario, fa riaccendere le speculazioni che il governo stia preparando un afflusso di capitale come anticipo della tanto attesa decisione di permettere allo yuan di rincominciare la sua ascesa.