Energia, Cdm approva decreto su quote Co2 e nuovi termini Mud

venerdì 30 aprile 2010 13:57
 

ROMA, 30 aprile (Reuters) Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto che sposta al 30 giugno 2010 il termine per presentare il modello unico di dichiarazione ambientale, noto come Mud.

Secondo quanto si legge in una nota della presidenza del Consiglio, il decreto contiene inoltre misure per l'assegnazione di quote di emissione di CO2 nel periodo 2008-2012.

"Superato il rischio di aumenti del prezzo delle energia, con l'adozione di misure per l'assegnazione di quote di emissione di CO2, a titolo gratuito, per gli operatori energetici e industriali con impianti entrati in funzione dopo aprile 2009", commenta il ministro dello Sviluppo Claudio Scajola.

Il ministro spiega in una nota a parte che la dotazione di quote di CO2 previste dal Piano nazionale di assegnazione per il periodo 2008-2012 prevedeva una riserva per i nuovi entranti pari a 21,7 milioni di tonnellate di CO2, non sufficiente a soddisfare le nuove richieste di oltre 500 imprese di diversi settori industriali oltre che di produttori di energia elettrica".

La misura era stata chiesta con forza dalle associaizoni datoriali.