Germania, crescita manifattura aprile sostiene settore privato

giovedì 22 aprile 2010 10:06
 

BERLINO, 22 aprile (Reuters) - L'attività manifatturiera tedesca cresce a ritmi record in aprile con conseguente rafforzamento del settore privato nella prima economia continentale. Lo rivela l'indagine Markit sui direttori d'acquisto.

Ne emerge un'economia tedesca che cresce più velocemente dei partner europei, anche se il rafforzamento del manifatturiero crea pressioni al rialzo sui costi.

"Al momento la Germania sta guidando la crescita di eurozona e in particolare nel manifatturiero" spiega il capo economista di Markit Chris Williamson. "Ma stanno emergendo effetti collaterali indesiderati sul fronte inflazionistico".

La stima flash dell'indice Pmi del settore manifatturiero ha mostrato un livello di 61,3 questo mese, contro 60,2 di marzo, al di sopra delle attese. Si tratta del dato più forte dal 1996.

Il sottoindice sulla produzione ha toccato il livello record di 66,8, da 64,2 di marzo; mentre quello sui nuovi ordini è sceso, a 63,4 da 65,2, pur mantenendosi abbondantemente sopra quota 50 che separa crescita e contrazione del comparto.

Secondo Markit la ridotta capacità produttiva e il basso livello di scorte hanno provocato un netto allungamento dei tempi di produzione e consegna dei prodotti manifatturieri, con ulteriori pressioni al rialzo dei costi.

L'indice Pmi del settore servizi ha toccato il livello più alto da due anni e mezzo, 55 punti contro i 54,9 di marzo, con un ulteriore incremento delle nuove attività.

"I servizi non stanno più soffrendo come tre mesi fa" spiega Williamson. "Si vede un tasso di crescita buono e probabilmente sostenibile, più sostenibile di quanto non sia quello del manifatturiero".