MONETARIO - Cosa succede oggi mercoledì 21 aprile

mercoledì 21 aprile 2010 07:39
 

* Raggiunge oggi effettivamente Atene, con due giorni di ritardo dovuti alle difficoltà dei voli, l'attesa delegazione di Fondo monetario internazionale, Commisssione e Bce convocata per portare avanti il dibattito sul pacchetto di aiuti finanziari.

In un aggiornamento del Global Financial Stability Report il Fondo ha ieri definito quello greco un "caso speciale" e la crisi che ha colpito Atene una sorta di campanello d'allarme per altri paesi in difficoltà con il bilancio. Un portavoce della Commissione ha intanto annunciato che l'atteso dibattito andrà al di là del singolo 2010 - anno in cui Atene si è impegnata a risurre il deficit di 4% a 8,7% - per concentrarsi anche sul prossimo biennio.

Il differenziale di rendimento Grecia/Germania sul secondario è arrivato al nuovo record storico a un soffio da 5% sul tratto decennale

* Il Fondo pubblica intanto da Washington l'ultima versione del 'World economic outlook'. Dal documento di ieri è emerso che la nuova stima Fmi sul rapporto debito/Pil italiano per quest'anno è stata rivista al ribasso a 118,6% dal precedente 120,1%, livello peraltro ancora superiore al 116,9% indicato dal governo

* Atteso in mattinata il prezzo insieme all'ammontare definitivo dell'ultima emissione targata ministero dell'Economia - BTPei 15 settembre 2021, indicizzato all'inflazione europea al netto dei tabacchi, che verrà collocato in modo da offrire un premio di 28 centesimi sul precedente benchmark agganciato all'inflazione settembre 2019

* Negli ultimi scambi sulla piazza asiatica i derivati sul greggio viaggia oltre gli 84 dollari il barile, premiato dalla debolezza del cambio Usa e dalla lettura soddisfacente delle ultime trimestrali. Positivo anche l'inatteso decumulo delle scorte statunitensi segnalato dau dati Api di ieri, mentre in arrivo nel pomeriggio sono le statistiche settimanali Eia. Intorno alle 7,30 il futures Nymex a giugno risale di 60 centesimi da ieri sera a 84,45 dollari il barile, dopo un intervallo tra 83,86 e 84,47 dollari

  Continua...